Coro dell’Opera di Parma

9764_796127843778418_3441909272762731079_nIl Coro dell’Opera di Parma, rinomata e stimata compagine vocale che raccoglie la secolare tradizione corale della città, è ormai parte integrante dell’associazione.

Nasce dall’esigenza di creare un gruppo che riunisca al suo interno artisti del coro con un’ottima preparazione musicale e, nel contempo, una straordinaria capacità di movimento sulla scena. Il complesso corale è caratterizzato da una marcata flessibilità di organico, passando dai trenta ai novanta elementi e oltre per il grande repertorio sinfonico. Il repertorio comprende le principali opere dell’Ottocento comprese quelle in lingua originale e alcune fra le più importanti produzioni del repertorio sinfonico.
Partecipa a numerose produzioni liriche nei principali teatri italiani ottenendo unanime consenso di pubblico e critica.

Nel 2009 la collaborazione con l’Orchestra Filarmonica Italiana, lo porta ad incidere l’opera Cavalleria Rusticana e sempre nello stesso anno affronta con successo la Messa di Incoronazione K317 di W.A.Mozart, che esegue a Milano e in altri importanti teatri. E sempre a Milano partecipa alla produzione Assassinio nella Cattedrale nonché ai concerti con il tenore Andrea Bocelli.
Nel 2011 partecipa all’opera Matilde di Canossa diretta dal Maestro Stefano Giaroli in prima mondiale al Teatro Valli di Reggio Emilia e successivamente partecipa alla registrazione dell’opera Storia di una Capinera con musiche di Gianni Bella. Sempre nel 2011 esegue un concerto diretto dal Maestro Emiliano Esposito e con il soprano Paola Sanguinetti nella prestigiosa KKL Luzern Sala da concerto, sede concertistica fra le più importanti d’Europa e nel dicembre dello stesso anno esegue a Milano la IX Sinfonia di L.Van Beethoven e La Bohème diretta da Fabrizio Cassi per il restauro della camera acustica del Teatro di Fidenza.
Nel 2012 esegue nelle cattedrali di varie città italiane la Messa di Requiem di G.Verdi con l’Orchestra Coccia di Novara.
Nel 2013 partecipa al Noli Musica Festival con un grande concerto di cori verdiani diretto dal Maestro Martino Faggiani. Sempre nel 2013 partecipa all’opera La Traviata diretta dal Maestro Marcello Rota allestita davanti la casa natale del Maestro a Roncole Verdi. Nel Novembre dello stesso anno partecipa all’opera Jerusalem di G.Verdi in edizione integrale con il basso Carlo Colombara allestita dal Teatro Magnani di Fidenza e diretta dal Maestro Marco Dallara.
Nel 2014 partecipa con l’opera Tosca alla riapertura post-terremoto del Teatro Sociale di Carpi. Sempre nel 2014 partecipa all’opera L’Elisir d’Amore visto da Botero, diretta dal Maestro Fabrizio Cassi al Teatro Verdi di Busseto con cantanti quali Michele Pertusi, Eva Mei e Celso Albelo. Nel giugno dello stesso anno esegue un concerto lirico, diretto dal Maestro Martino Faggiani, all’Isola d’Elba in uno scenario più unico che raro: la Miniera del Ginevro, l’evento più importante nell’ambito delle celebrazioni del Bicentenario Napoleonico. Seguono altre produzioni quali Madama Butterfly a Pordenone, La Vedova Allegra al Forte di Rivoli, L’Elisir d’Amore a Carrara, La Bohème al Teatro dei Marsi e al Teatro Caniglia, La Vie Parisienne al Teatro Comunale di Bolzano, Madama Butterfly al Teatro Magnani di Fidenza e La Pricipessa della Czarda al Teatro di Udine. Sono state eseguite registrazioni di altre opere quali: Turandot, Tosca, La Traviata, Il Barbiere di Siviglia, L’Elisir d’Amore.
In Europa il Coro dell’Opera di Parma negli ultimi anni partecipa a numerosi festival lirici fra i quali, per citarne alcuni, il Festival Internazionale di Salon de Provence, Festival di Locarno e il Festival La Perla di Zurigo. Da diversi anni partecipa alle stagioni liriche di Roncole Verdi davanti alla Casa Natale del Maestro ed alle produzioni operistiche e concertistiche dirette dal Maestro Stefano Giaroli di Reggio Emilia. Successivamente esegue la Messa di Requiem di G. Verdi nella Cattedrale di Como. Da tre anni partecipa all’importante Magnetic Festival con produzioni liriche estive alla Miniera del Ginevro di Capoliveri – Isola d’Elba.
Nel 2015 il Coro dell’Opera di Parma viene chiamato da Giovanni Allevi – maestro compositore e pianista – ad incidere il brano O generosa che da settembre diviene l’Inno ufficiale del campionato italiano di calcio della serie A. La collaborazione con il Maestro Allevi si sviluppa successivamente con un tour concerti live a Roma, Torino e Milano. Sempre a Milano il coro incide un brano inedito Sotto lo stesso cielo che verrà eseguito successivamente in prima mondiale nell’Auditorium Verdi senza dimenticare la partecipazione ad importanti trasmissioni RAI.
Nel contempo continua l’attività lirica con la partecipazione ad importanti produzioni liriche e concertistiche come la Messa di Gloria di Pietro Mascagni eseguita nella Cattedrale di Carpi in occasione della riapertura dopo il grave danneggiamento a seguito del terremoto. Seguono poi le produzioni di Norma al Teatro Magnani di Fidenza diretta dal Maestro Valerio Galli, Carmen nei teatri della regione Abruzzo.
L’estate 2016 ha visto un calendario ricco di impegni. Il Coro dell’Opera di Parma è stato protagonista nel mese di agosto di Nabucco nello splendido scenario della Reggia di Colorno; di Pagliacci di R.Leoncavallo, Cavalleria Rusticana di P.Mascagni e Madama Butterfly nel ritrovato Festival Opera Marghera (Venezia); de Il Trovatore al Magnetic Festival 2016 di Capoliveri all’Isola d’Elba. Ad agosto la compagine ha partecipato con La Bohème all’undicesimo Festival della Lirica di Salon de Provence. Con il Barbiere di Siviglia al Teatro Comunale di Vipiteno e presso la Torre di Castruccio di Massa Carrara.
I prossimi impegni: in Novembre con la Messa dell’Incoronazione K317 di Mozart nella Cattedrale di Siena e successivamente alla stagione lirica di Fidenza, Bolzano e dei teatri abruzzesi.
A dirigere il coro si sono avvicendati e si avvicendano tutt’ora nelle varie produzioni i maestri: Emiliano Esposito, Stefano Giaroli, Fabrizio Cassi, Marco Faelli e Martino Faggiani.

1376335_796131490444720_1521239883846409444_n

 

Annunci